Fondi e Bandi

Bando della Regione Umbria a favore delle imprese

C Pubblicato un nuovo bando della Regione Umbria a favore delle imprese che intendono ampliare il proprio organico e riqualificare il proprio personale.
L’intervento finanzia:
-brevi percorsi formativi rivolti a disoccupati per l’acquisizione delle competenze richieste dall’azienda richiedente;
-tirocini formativi della durata di 4 mesi da svolgere in azienda (il tirocinante percepirà una indennità di partecipazione dell’importo di € 500 mensili);
– incentivi all’assunzione dei tirocinanti: per assunzioni a tempo indeterminato (anche
apprendistato) l’incentivo è di € 5000 per l’assunzione di giovani di età inferiore ai
30 anni, € 7000 per gli over 30 e € 9000 per l’inserimento di personale over 45 e fino a € 10.000 per l’assunzione di soggetti svantaggiati e disabili;
– brevi percorsi formativi per i “lavoratori dell’Impresa” fino ad un massimo di 100 ore per
le aziende che avranno effettuato le assunzioni previste dal progetto presentato al momento della domanda.
Per informazioni contattataci.

Richiedi info
 
 
 
FONDI INTERPROFESSIONALI

La legge n°388/2000 ha istituito i  Fondi Paritetici Interprofessionali  quale strumento di promozione e finanziamento della formazione professionale continua dei dipendenti delle aziende. Un’impresa può scegliere di destinare una quota pari allo 0,30% dei contributi previdenziali che versa all’ INPS per finanziarie iniziative pubbliche di formazione e aggiornamento dei lavoratori a cui poi far accedere i propri dipendenti; ovviamente esistono Fondi Paritetici Interprofessionali per diverse attività professionali a cui un’ azienda può far riferimento, proprio in base al proprio settore di competenza. Sono le stesse rappresentanze delle parti sociali che promuovono i Fondi Paritetici Interprofessionali, tramite degli specifici accordi e protocolli interconfederali stipulati tra i sindacati dei lavoratori e quelli dei datori di lavoro più importanti a livello nazionale e coordinati dall’ amministrazione statale e da quelle locali. Aderendo ad un Fondo e finanziandolo, un’ azienda avrà accesso ad attività formative per i propri dipendenti: sono gli stessi Fondi che stabiliscono con precisione, attraverso avvisi e bandi pubblici, le modalità di adesione. L’amministrazione di un Fondo Paritetico Interprofessionale organizza piani formativi territoriali, aziendali o settoriali: le imprese possono accedervi in forma associativa oppure singolarmente, in base al tipo di attività proposta. Grazie alla legge n°289/02, che ha riformato in parte la regolamentazione dei Fondi Paritetici Interpersonali, ora vi è anche la possibilità per le aziende di finanziare attività e piani formativi a livello individuale.